allattamentoalseno.it
Occuparsi di neonati e di bambini
non è un lavoro per una persona singola.

Se il lavoro deve essere fatto bene e
se si vuole che la persona che primariamente si occupa del bambino
non sia troppo esausta,
chi fornisce le cure deve a sua
volta ricevere molta assistenza.
Home » l'esperto risponde
Hai dei dubbi?

Non hai trovato risposte alle tue domande?

questa sezione è dedicata a tutti i genitori che desiderano ottenere risposte ai loro piccoli e grandi dubbi!
Compilando il modulo qui a lato le vs. domande riceveranno una risposta nel più breve tempo possibile direttamente su questo sito nella sezione sottostante

Privacy: acconsento al trattamento dei dati
Leggi Informativa
Questa pagina
ti è stata utile?

Sostienici con un piccolo contributo


guarda come »

click sulla barra blu per visualizzare la risposta

domanda: sonno
Salve dottoressa sono la mamma di un bimbo di 7 mesi e mezzo nato prematuro di un mese ma che, a detta della pediatra, si è messo a pari sia come peso che come sviluppo neurologico alla sua età cronologica. Faccio allattamento a richiesta con gioia e, nonostante l’indicazione di svezzarlo ai 5 mesi, ho preferito attendere anche perché il bambino non dimostrava ancora interesse. Adesso mangia pappe che gli cucino io in base a quello che mangiamo noi e la sera fa degli assaggi di tutto. Prosegue a rilento forse ma sono serena che imparerà con gioia e con i suoi tempi. Per l’ addormentamento ho invece un po’ più di pensieri.. Dopo un inizio di allattamento difficile sono riuscita ad eliminare del tutto il latte artificiale in favore del seno e ci siamo abituati a dormire a letto insieme anche col papà . Il bimbo è sereno, non piange quasi mai ed il nostro rapporto devo dire che è bellissimo. La notte si sveglia ancora per attaccarsi ma anche io mi riaddormento in breve. La mia preoccupazione è però legata al fatto che tornerò a lavoro a settembre e lui inizierà il nido. Vorrei che per allora riuscisse ad addormentarsi da solo e senza seno così da non avere anche quella novità oltre a quella del distacco. Come posso fare? Fino ad ora ho sempre seguito lui senza forzarlo, considerando anche che ho avuto il tempo di farlo. Ma adesso mi chiedo se devo continuare così o devo cominciare ad abituarlo ad addormentarsi senza seno e nel suo lettino così da non rischiare di dargli troppe brutte sorprese e cambiamenti a settembre .. Grazie per aver letto tutto il mio racconto e grazie in anticipo per dedicarci una risposta di supporto e conforto. Un saluto , Laura
risponde...
Buonasera, grazie della domanda. Il bambino ha bisogno di essere accompagnato nel sonno. Quando non l'allattera piú gli leggerá una storia. I riti sono importanti, danno sicurezza. Il bambino ci fa capire da solo quando è pronto per dormire. Ogni bambino è diverso, unico e speciale. Non esiste una etá specifica nella quale deve dormire da solo. Sarà quando è pronto. Mi ha scritto che a settembre andrà all'asilo nido. Adesso in questo momento è così, lei lo allatta e quando si addormenta dorme accanto a lei o nel lettino vicino a lei. Quando andrà all'asilo si addormenterà come gli altri bambini e quando sarà a casa lo allatterà e dormirà vicino a lei. Se per lei va bene. Senza stress. I bambini hanno bisogno di tanto tatto e contatto per sentirsi sicuri e acquisire autostima. Fino settembre il bambino farà tanti progressi. In estate potrebbe lentamente abituarlo a non dargli il seno quando lo mette a dormire nel pomeriggio. Può provare e vedere se lo accetta. Abbia fiducia nel piccolo. Quando lo porterà all'asilo ci sarà un periodo di inserimento dove lei potrà essere presente. Così si addatterà più facilmente alla nuova situazione. Ascolti il suo cuore: lei mamma sa cosa fa bene e quando il bimbo è pronto per un nuovo passo. Lei è l'esperta per il suo piccolo. Non si lasci deviare degli opinioni dei altri. CORDIALI SALUTI. Se ha bisogno di altri informazioni mi scriva pure.
domanda: sonno
Buongiorno dottoressa, ho un bimbo di dieci mesi che allatto ancora al seno, purtroppo la notte sta diventando insostenibile perché non fa più di un'ora di sonno continuativa. Dorme con me nel lettone ma sta la maggior parte del tempo attaccato al seno, se non sono veloce ad attaccarlo quando inizia a svegliarsi è capace di stare sveglio per ore. Non so più cosa fare e la pediatra mi ha consigliato di togliere il seno la notte facendolo dormire col papà. Io però non me la sento perché so che piangerebbe molto... attendo un suo consiglio. Grazie mille
risponde...
Buongiorno, sicuramente la notte è molto impegnativo. Quanto tempo di giorno siete insieme per fare le coccole? Di notte il seno per il piccolo é contatto è stare con la mamma e sentirsi sicuro e tranquillo, gli da fiducia. Quale è la sua paura? Quando il piccolo di notte vuole attaccarsi in continuo lei come si sente? Forse gli stanno spuntando dei dentini e ha dolore. La suzione aumenta la tolleranza della soglia del dolore. Il latte materno contiene delle sostanze con effetto antidolorifico. Lei quando puó fare nella giornata una pausa per se, per riprendere energia per se stessa? Mi può rispondere a queste domande. Per darle altri consigli. Cordiali saluti
domanda: sonno
Buongiorno, il mio bambino ha 4 mesi, pesa 7,800 kg ed è alto 66 cm, allattato esclusivamente al seno, purtroppo non riesce ad addormentarsi da solo e quindi solo al seno o cullato per km in giro per casa.. ho provato a fare il pick up put down di Tracy Hogg per due settimane ma piange sempre come un pazzo, ho provato a stargli vicina appena sbadiglia metterlo nel lettino ma lui gioca si agita e continua a sbadigliare, stropicciarsi gli occhietti ma niente sempre sveglio.. ho provato anche la melatonina ma nulla! Cosa devo fare, continuare ad addormentarlo col seno perché non trovo alternativa.. aiuto! Grazie mille! Saluti
risponde...
Buongiorno, il bambino ha bisogno di essere accompagnato a letto con dei riti. A 4 mesi il bambino è piccolo e ha bisogno per lasciarsi andare nel sonno di sicurezza e fiducia. Senza troppe aspettative vedrà che con il tempo si addormenterà da solo, ma ogni bambino è diverso. Se non vuole più allattare per addormentarlo, gli può raccontare un storia, sempre la stessa storia. Quando lo mette a letto respira profondamente in pancia 6-10 respiri profondi. E provi a trasmettere fiducia al piccolo. Si immagini il suo cuore e dal suo cuore che esce un filo e questo filo raggiunge il cuore del piccolo. Il bambino ha bisogno del contatto dell'adulto per sentirsi sicuro. Quanto coccole e quanto lo tenete in braccio durante giorno? Potrebbe anche il papà accompagnare il piccolo a letto o lei lo l'allatta e dopo il papà racconta la storia. Lasciare piangere è un enorme stress per il piccolo perchè significa che la sua voce non viene ascoltata e perde fiducia che spesso causa difficoltà ad addormentarsi. Mi ripeto è un bisogno di essere accompagnati. Il bambino percepisce la sua aspettativa e la sua ansia: adesso devi dormire. Ascolti il suo cuore e il bambino non le altre opinioni. Ogni bambino e ogni mamma sono diversi, lei sa di cosa ha bisogno il suo piccolo. Quando lei era piccola e non dormiva, di cosa aveva paura e chi desiderava vicino?
domanda: sonno
Ho un bimbo di 13 mesi che da sempre purtroppo ha numerosi risvegli notturni , sono medico e ho dovuto riprendere il lavoro in ospedale pertanto questa situazione è davvero stressante e distruttiva per la mia salute. Il mio piccolo si sveglia e vuole ciucciare ogni ora , io vorrei continuare l 'allattamento al mattino e alla sera prima dell 'addormentamento .. ma di notte vorrei poter riposare qualche ora . In questo modo diventa impossibile continuare l allattamento mi sto esaurendo. Abbiamo provato ogni cosa il bimbo dorme nella ns camera da sempre, non ha mai voluto il succhiotto nè il biberon ...Di giorno va all asilo nido sempre con entusiasmo e serenamente ma quando mi vede dopo l 'asilo è famelico vuole immediatamente il seno e talvolta vuole stare attaccato a me per delle ore (se non riesco a distrarlo con altro ma non è semplice ) sono preoccupata e stanchissima . Abbiamo provato ogni cosa , mio marito di notte si sostituisce a me e lo culla, prende in braccio, consola ma esausto spesso me lo porge per allattarlo , unica possibilita di tranquillizzarlo . Mi spiace farlo pingere e soffro tanto per questa cosa ... cosa ho sbagliato ? purtroppo non posso lasciare il lavoro .
risponde...
Buonasera, percepisco la sua stanchezza. Stando di giorno all'asilo nido, quando la vede vuole subito il seno. Il latte materno è di piú, non è solo nutrimento, da consolazione e rilassamento. Il piccolo in quel momento ha la mamma per se solo. Lui recupera le coccole stando al seno. I risvegli notturni sono impegnativi e stancanti per lei. La invito ad avere fiducia nel bambino, lui riuscirà ad addormentarsi di nuovo senza il seno. Quando lo mette a letto lei sa già come andrà la notte. Lei si aspetta dal piccolo che dorma di piú. Il piccolo lo percepisce e sente la sua tensione. Importante che lei sia chiara con il piccolo, lo l'allatta prima di dormire e verso la mattina. 3-4 volte decida Lei. Quando lo mette a letto, prima faccia dei respiri profondi in pancia e poi si immagini una luce bianca intorno al piccolo e il suo cuore e dal suo cuore un filoche esce e raggiunge il piccolo. Questo dà fiducia e sicurezza a lei e al piccolo. Se si sveglua di notte il piccolo lo metta con la sua schiena verso la sua pancia e respiri di pancia. Il movimento della sua pancia verso la schiena del piccolo lo rilassa e lo rassicura. Abbia fiducia e vedrà che si riarddormenta. La invito ad avere fiducia in lei stessa e nel suo bambino. Lei come mamma fa quello che riesce a fare. Il suo bisogno in questo momento è di dormire di piú per recuperare energia. Quanto aiuto ha in casa per riprendersi? La cosa più importante sono i suoi bisogni: mangiare, bere e prendere una piccola pausa. Solo così riuscirà a ricaricarsi di energia per affrontare la giornata. Il piccolo percepisce la sua stanchezza. Se ha bisogno faccio anche consulenza Skype. CORDIALI SALUTI
domanda: sonno
Buongiorno dott. Sono la mamma di una bimba di 4 mesi compiuti oggi... ieri notte ha dormito pochissimo... l attaccavo e poi si riaddormentava x poi risvegliarsi e cercare il seno.... cosa puo essere? Di solito e una bimba che la notte dorme tranquilla senza svegliarsi.... grazie
risponde...
Buongiorno, è normale che i bambini abbiano più risvegli di notte e si attacchino al seno, dormono e si risvegliano. Sopratutto quando incomincia la dentizione, hanno risvegli frequenti, e cercano il seno perchè il latte materno è un potente antidolorifico. Succhiando passa il dolore. Saluti




 
MAPPA DEL SITO      
Bonding domande frequenti Monika Stablum
Allattamento farmaci in allattamento L' esperto risponde  
Pianto   I percentili  
Sonno     Arturo Giustardi
    L' esperto risponde
     
SEDE
AICIP Bolzano
via dei vigneti 34,
Bressanone (BZ)

Privacy Policy
+39 3383679491



monikastablum@yahoo.it
visitatore numero: 479294

sito aggiornato a:
Lunedì 3 marzo 2019


Realizzazione: STUDIO C