allattamentoalseno.it
Occuparsi di neonati e di bambini
non è un lavoro per una persona singola.

Se il lavoro deve essere fatto bene e
se si vuole che la persona che primariamente si occupa del bambino
non sia troppo esausta,
chi fornisce le cure deve a sua
volta ricevere molta assistenza.
Home » l'esperto risponde
Hai dei dubbi?

Non hai trovato risposte alle tue domande?

questa sezione è dedicata a tutti i genitori che desiderano ottenere risposte ai loro piccoli e grandi dubbi!

Compilando il modulo qui a lato le vs. domande riceveranno una risposta nel più breve tempo possibile direttamente su questo sito nella sezione sottostante

Privacy: acconsento al trattamento dei dati
Leggi Informativa

click sulla barra blu per visualizzare la risposta

domanda: bonding
Salve. Sono la mamma di un bimbo di quasi 10 mesi allattato al seno ma che attualmente mangia anche altro e gradisce pranzo e cena. Non è mai stato un gran dormiglione e la notte si è sempre svegliato spesso. Ultimamente però quando il pomeriggio siamo a casa sta sempre attaccato. Lo Poggio e piagnuccola. Anzi piange disperato. La notte sta diventando tragica anche per via del fatto che il giorno successivo lavoro. Sono rientrata a lavoro che lui aveva circa 5 mesi lavoro 3 giorni la settimana e in quei giorni lui è dai nonni. È nato con il.cesareo. spero possiate aiutarmi . Vi ringrazio
risponde...
Buongiorno, lei può fare il rebonding. Vuol dire che lei fa il bagno al bimbo e lo avvolge in una asciugamano grande e si mette a letto, precedentemente a riscaldato il letto, e lo appoggia sul suo addome, lei ha il torace nudo e il bimbo si muoverà da solo verso il seno. Così recuperate il bonding. Durante il bonding può parlare al bimbo. Per esempio dire frasi come: "ti vogliamo tanto bene, quando sei nato ti hanno separato da me e di questo sono molto dispiaciuta, adesso siamo insieme e tutto è diverso. Ti puoi fidare e sentirti al sicuro con noi...." Ma le parole le verranno dal cuore. ?Poi vedrà che incomincerà a dormire meglio. I risvegli notturni dipendono dal fatto che sogna il parto. Quando si sveglia lo tocchi e gli parli. Il bagno può farlo nel fine settimana e in presenza di suo marito. Mi faccia per favore sapere come è andata. > Cordiali saluti
domanda: bonding
Ho un bimbo di una settimana. Appena nato, causa muchi, il bambino è stato consegnato alla madre solo diverse ore dopo il parto. Gli veniva poi consigliato di non allattare e che avrebbero provveduto loro a somministrare il biberon non appena il bimbo stava meglio. La montata latte è poi arrivata con un giorno di ritardo e il bimbo da subito si è mostrato molto restio al seno. Ad oggi infatti sono sporadiche le poppate al seno e solo con il paracapezzoli che mia moglie pazientemente riempie con le mani perchè il bimbo è pigro e tira poco. Le abbiamo provate un pò tutte ma con scarsi risultati. Non ha molto il ciuccio in bocca, ma il latte dal biberon lo prende. Non sappiamo più che fare, ha qualche consiglio da darci? possibile che il neonato non gradisca il gusto del latte materno? grazie
risponde...
Buongiorno, grazie della domanda. Mi dispiace per la vostra brutta esperienza, per liberare il muco del bambino, non si usa piu' l'aspirazione con sondino, questo si usa solo se il piccolo si deve rianimare. Ma è sufficiente mettere il neonato su un fianco e fare defluire il muco. Il colostro il primo latte aiuta a liberare e digerire il muco. Il vostro bambino ha fatto una esperienza negativa dopo il parto , penso che è stato aspirato con un sondino , poi si è aggiunta la separazione. Tutto questo potrebbe determinare il rifiuto momentaneo del seno...Io vi suggerisco di fare al bimbo un bagnetto, poi lo asciugate poco e lo mettete nudo sulla pancia delle mamma. Così lo portiamo nella sua posizione originaria subito dopo parto, il bambino da solo facendo dei movimenti con i piedini raggiungerà il seno e cosi proverà a attaccarsi da solo .Dovete avere pazienza facendo spesso contatto pelle a pelle e cosi il legame si intensificherà e l'amore cresce. Facendo contatto pelle a pelle viene stimolato l'ormone (OSSITOCINA )dell'amore., Perchè questo se ho ben capito, non è stato fatto dopo il parto o nei giorni successivi nel reparto.I bambini imparano tramite il contatto pelle a pelle. Sentono l'odore della mamma, la voce, la frequenza cardiaca etc,quindi tutto quello che sentivano in gravidanza e si sentono sicuri. E in un momento di tranquillità, quando fate IL CONTATTO PELLE a PELLE, raccontate al bambino la vostra e la sua storia della nascita. Quando è stato separato,che a voi è dispiaciuto molto, adesso facciamo qualcosa di buono .Noi ti abbiamo regalato la vita volentieri.Adesso si risolverà tutto ,anche se l'inizio per noi due è stato difficile , noi ti vogliamo tanto bene ,ci occupiamo di te,siamo qua per te.Quando parlate al vostro bambino lo dovete stringere forte e guardarlo negli occhi. Se il bambino piange guardatelo ,e dite si,capisco ,era difficile per te. Ora puoi esprimere i tuoi sentimenti piangendo,io ti ascolto e ti sto vicino. Quando parlate con il vostro bambino parlate lentamente, potete ripetere le stesse frasi più volte.Tutto questo aiuta a risanare il trauma del parto.Se non parliamo al bambino non capisce perchè è stato separato, perchè non è potuto stare vicino alla sua mamma,può pensare,la mamma non mi vuole ecc. Raccontando la storia riceve un orientamento e si crea di nuovo il legame che è stato interrotto dopo il parto e lentamente accetterà il seno e il latte della sua mamma.




 
MAPPA DEL SITO      
Bonding domande frequenti Monika Stablum
Allattamento farmaci in allattamento L' esperto risponde  
Pianto   I percentili  
Sonno     Arturo Giustardi
    L' esperto risponde
     
SEDE
AICIP Bolzano
via dei vigneti 34,
Bressanone (BZ)

Privacy Policy
+39 3383679491



monikastablum@yahoo.it
visitatore numero: 423835

sito aggiornato a:
martedì 20 novembre 2018


Realizzazione: STUDIO C